Con il Natale alle porte milioni di persone si preparano per tornare a casa dai propri cari o per festeggiare il Capodanno in qualche città europea. In inverno, proprio in occasione delle feste, ritardi e cancellazioni a causa del maltempo costituiscono la norma. Per aiutarvi a passare indenni queste situazioni – scioperi inclusi – abbiamo chiesto a una serie di blogger, esperti di viaggio, autorità nel campo e operatori di servizi qual è il modo migliore per affrontarle e abbiamo selezionato per voi i 50 consigli più efficaci. Date un’occhiata per trarre ispirazione e superare senza tensioni i vostri viaggi invernali.

Prima di partire | Inoltrare un reclamo|Mantenere la calma | Occupare il tempo|Ascoltare gli avvisi delle compagnie di trasporti | Rimborsi | Pianificare il prossimo viaggioDiritti dei passeggeri

Prima di partire

Goeuro: 50 consigli per sopravvivere a ritardi, cancellazioni e scioperi  - Prima di partire Flickr: César[/caption]

1. “Optate per i voli del mattino presto. Ci sono meno probabilità di ritardi legati ai voli del giorno precedente. Inoltre, se scegliete di viaggiare più tardi la possibilità di essere messi su un volo sostitutivo si riduce. ” 

Gema Ligero | Azafata

2. “Caricate il vostro smartphone e tablet e fate in modo di avere sufficiente materiale da leggere per tenervi occupati per un periodo di tempo abbastanza lungo. Ritardi, cancellazioni e scioperi non sono poi così terribili se si ha qualcosa con cui tenersi occupati.”

Dani | Globetrotter Girls

3. “Porto sempre con me un piccolo beauty per potermi rinfrescare se il viaggio diventa inaspettatamente lungo.”

Anja Knorr | Happy Backpacker

4. “Mai prenotare due voli per lo stesso giorno con due compagnie aeree diverse. Se ci fosse un ritardo potreste perdere il secondo volo senza avere la possibilità di ottenere il cambio della prenotazione o un rimborso.”

Víctor Gómez | Machbel

5. “Nel mio bagaglio a mano non mancano mai un libro e il mio cuscino per il collo, così se devo affrontare una lunga attesa almeno posso leggere un buon libro e dormire comodamente.” 

Louisa e Fee | eatdrinklovepassion

6. “Lo diceva già Forrest Gump: la vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita… soprattutto in aeroporto! Non farti trovare impreparato: quando viaggi porta con te libro, quaderno, penna, mp3 e snacks. Una volta son rimasta 24 h nell’aeroporto Orio al Serio di Bergamo :-ooo
Quello che poteva essere un’enorme epic fail si è trasformato in un immenso epic win: è stato un viaggio dentro il viaggio (certo che se fossi stata sola… la storia sarebbe stata diversa, ecco magari insieme al mp3 e agli snack portati dietro un amico :-p).” 

Leti | Diario di una Travelholic

7. “Prima di un viaggio fate un’assicurazione! Oltre a coprire i costi di qualsiasi cambio di prenotazione o di spese non rimborsabili, molti pacchetti includono rimborsi per spese di alloggio non previste dovute all’interruzione del viaggio.”

Auston Matta | Two Bad Tourists

8. “Assicuratevi di portare con voi un maglione pesante o un cappotto, o almeno indossate vestiti comodi per essere sempre a vostro agio in qualsiasi situazione.” 

Greg Gerrits | Reisjunk

9. “Programmate il vostro viaggio in anticipo: verificate gli ultimi bollettini sul traffico, il meteo e partite con largo anticipo.” 

Gatwick Airport | UK

Inoltrare un reclamo

10. “Cosa potete fare oltre a presentare un reclamo? A volte poche persone lo inoltrano e quelli che non lo fanno si stupiscono di non ricevere poi un compenso.”

Judith Rivero | Travelling Dijuca

11. “Secondo la mia esperienza la cosa migliore è parlare prima con un rappresentante della compagnia di trasporti. Se non ottenete dei risultati, assicuratevi di inoltrare un reclamo per telefono il prima possibile.” 

Eduardo Pérez | hombrelobo

12. “Terravision mi cancella la corsa prenotata da Roma Termini a Fiumicino? Mi lamento, mi dispero, mi arrabbio? No, li contatto subito su Twitter dove un efficace customer care mi risolve il problema facendomi prenotare, tramite un loro coupon, un’altra corsa per una nuova data da me richiesta.
Nuovo viaggio: ho il Terravision prenotato da Fiumicino a Roma Termini ma questo arriva [e parte] in ritardo. A Roma è giornata di manifestazione e il bus impiega quasi due ore e io perdo il treno. Ho in mano un biglietto Trenitalia con tariffa economy e ora come faccio per non pagare di nuovo un altro biglietto per il Freccia Argento successivo? Decido di far tenerezza all’omino dei servizi Freccia last minute che, solo per quel giorno [dice lui], fa un’eccezione e mi autorizza a prendere un altro treno senza dove pagare di nuovo.
Quando viaggi fatti furbo e scaltro. Combatti, in prima persona, per sconfiggere le ingiustizie inflitte a noi poveri viaggiatori ;)”

Sara | Viaggio AnimaMente

13. “Provate a connettervi via roaming o Wi-Fi e tenete sotto controllo gli sviluppi, controllando anche su Twitter. Spesso attraverso questi canali è più semplice comunicare con il servizio clienti rispetto a chiamare e ricevere le informazioni più aggiornate. Oltre ad avere la possibilità di riprenotare dal sito web e contattare l’help desk quando le linee sono sommerse e inaccessibili.” 

Gary Bembridge | Tips For Travellers

14. “Francoforte. E’ un freddo inizio di dicembre. Sono le 5 di mattina. Arrivo da 21 ore di volo dalla calda Australia dopo un lungo scalo a Singapore. Destinazione: Milano. Volo previsto per le 7. Ma il gelo della notte non molla la presa e l’aereo non può decollare perché la pista è gelata. Primo ritardo, poi un altro, poi un altro ancora. Il mio volo viene finalmente fissato per le 11. Faccio la spola tra il banco informazione e il gate. Mi lamento, chiedo informazioni. In queste occasioni è importante farsi sentire. Nessuno sa niente. Mi rifanno il biglietto una, due, tre volte. Finalmente arriva l’aereo. Imbarchiamo. Mi hanno dato l’upgrade in business class. Peccato che il volo duri solo un’ora e io sia troppo stanca per godermi il primo upgrade della mia vita!”

Claudia | Diario dal Mondo

15. “Prima cosa da fare? Non agitarsi! Ricordo quando mi accadde all’aeroporto di Dublino anni fa. Il rumore del nastro trasportatore si bloccò, pochi passeggeri che si avviavano all’uscita e la mia valigia che non era arrivata.
Come indicato dall’Art. 6.1 della Carta dei Diritti del Passeggero ecco cosa fare:
Recarsi all’Ufficio Oggetti Smarriti ( Lost & Found ) muniti di biglietto aereo e talloncino identificativo del bagaglio, compilare il P.I.R. ( Property Irregularity Report ) nella maniera più dettagliata possibile ed aspettare. Per denunce e risarcimenti alla Compagnia Aerea ricordate i termini : 7 giorni nel caso di smarrimento e 21 giorni in caso di tardiva consegna.
Io sono stata fortunata, il pomeriggio successivo ho ricevuto il bagaglio direttamente in albergo.”

Daniela Massardo|Racconti di viaggio e non solo

Mantenere la calma

15. “Non perdere la testa –  gli impiegati delle compagnie saranno più propensi ad aiutare i passeggeri ragionevoli ed educati.” 

Helen Hayden | A Pilot’s Daughter

16. “Oltre ad essere un’accanita viaggiatrice sono stata, per un bel pezzo della mia vita, una così detta “addetta ai lavori”, vi parlo quindi della mia esperienza come assistente di terra, che di voli in ritardi, di cancellazioni ed overbooking ne ha visti veramente tanti. La prima cosa che bisogna cercare di fare è di rimanere calmi, l’aereo può ritardare come ritardano gli autobus, il volo può essere sospeso per guasto tecnico come una qualsiasi altro mezzo di trasporto, sono cose che possono succedere e che bisogna cercare di prendere con filosofia. Ho visto gente piangere, sbracciarsi, urlare, ho visto anche gente sollevare gli espositori in cui vengono misurati i bagagli a mano, per poi lanciarli addosso a qualsiasi cosa. Ho visto gente perdere aerei in ritardo. Credetemi è possibile, non sempre l’orario del ritardo è effettivo, spesso ci vuole di più, ma è possibile che, al contrario, la partenza venga anticipata (raro ma succede), rispetto al ritardo comunicato in precedenza. Prestate sempre attenzione ai tabelloni, ad ogni variazione d’orario segnalata. Ho visto gente dormire negli aeroporti, io stessa l’ho fatto, spesso. A Madrid mi ricordo che facevo scalo tornando da Lisbona, sulla mia carta d’imbarco c’era scritto “SB”, ancora non lavoravo in aeroporto e non sapevo cosa stesse a significare quella sigla. L’hostess mi ha liquidato dicendo che mi avrebbero semplicemente dato il posto a Madrid, vero in parte. Arrivata a Madrid scopro che il mio volo è stato riempito con i passeggeri in arrivo da un altro volo in ritardo, per cui la maggior parte dei passeggeri aveva perso la coincidenza. Anche qui, arrabbiarsi è inutile, una soluzione si trova sempre. La fortuna ha voluto che io prendessi quel volo solo ed esclusivamente perché, al momento dell’acquisto del biglietto avevo acconsentito a richiedere la carta fedeltà della compagnia, che mi ha dato la precedenza su chi non ne era in possesso. Una corsa contro il tempo, la carta d’imbarco mi è stata data al volo assieme ad un invito a correre immediatamente a bordo altrimenti si faceva tardi. C’è stato chi se l’è presa, chi rinunciava al volo per far partire le famiglie, è strano come le persone cambino e si comportino in maniera differente nella stessa circostanza.”

Liz | Travelling with Liz

17. “È più semplice dirlo che farlo, ma semplicemente accettate che probabilmente non c’è niente che potete fare in queste situazioni, quindi cercate di rilassarvi! Fate dei respiri profondi, non perdete la calma e cercate di essere educati – le persone del servizio clienti sono più propense ad aiutare ulteriormente chi è stato gentile con loro.

Matt e Andrea | World Walk About

18. “Se il tuo volo è in ritardo non avvalerti sul personale dell’aeroporto. Non è quasi mai loro la colpa e sicuramente voglio che il problema venga risolto tanto quanto te. Sii cortese, considerevole, calmo e paziente. I tuoi reclami non andranno molto lontano fino a quando sarai arrabbiato e irritabile.”

Adam Groffman | Travels of Adam

Occupare il tempo

19. “Mantieni la calma. Se uno sciopero mi stressa, vado nel bar più vicino per un chai latte o uno smoothie per calmarmi.”

Jana Zieseniß | Sonne & Wolken

20. “Mi è capitato di dover viaggiare proprio in giornate in cui c’era lo sciopero di qualsiasi cosa: ho attraversato l’intera penisola dal Piemonte alla Puglia in un giorno decisamente caotico proprio un annetto fa. Ho preso treni, bus e aerei riuscendo comunque ad arrivare a destinazione: il trucco è non farsi prendere dall’ansia, informarsi bene online prima di mettersi in viaggio sui siti ufficiali dei trasporti che si utilizzeranno (e avere le app giuste durante il viaggio sul proprio tablet o smartphone, vedi Pronto Treno ad esempio) e cercare un piano B, che esiste sempre. Io nei tempi morti mi porto dietro il pc e lavoro, oppure un buon libro e vai di relax!”

Silvia| The Girl With the Suitcase

21. “Le attese sono una buona opportunità per dedicarsi a se stessi. Spegni il telefono per mezzora e concentrati su te stesso senza pensare a nient’altro.”

Prof. Eisenkop | Zeppelin Universitat

22. “Scioperi Ritardi Cancellazioni, diciamo che sono gli incubi peggiori di ogni viaggiatore. Sia se parti per lavoro che per vacanza possono portarti a catastrofiche conseguenze: riunioni saltate, coincidenze con mete esotiche sfumate nel vuoto o incontri galanti mancati per un pelo.
Nella vita e nei miei 60 paesi ho imparato: Se c’è rimedio perché ti crucci e se non c’è rimedio perché ti crucci!. Quando ci troviamo in una situazione disagevole dovuta da Scioperi Ritardi Cancellazioni, la prima analisi da fare è “quale è la priorità per noi”. In base alla risposta orienteremo il nostro comportamento. Se è indispensabile arrivare a destinazione in orario, cerchiamo un altro mezzo, anche spendendo una cifra fuori budget, se il costo è importante, aspettiamo che chi ci ha arrecato danno lo risolva per noi. Se non abbiamo grosse urgenze capiamo se possiamo sfruttare il tempo in più nella destinazione dove siamo bloccati. La chiave dovrebbe essere il giusto equilibrio tra far valere i propri diritti e non rovinarci la salute. A me, spesso capita di dover restare ore in un aeroporto, non potendo cambiare la mia siutazione, mi cerco un bar il più possibile accogliente, possibilmente con una bella viste e mi metto a lavorare. In aeroporto sono sempre molto creativa. Il mio aeroporto preferito è senza dubbio Barcellona, perché non fanno annunci vocali ed è molto molto luminoso.”

Francesca |Viaggiare da soli

23. “Investi i tempi morti per finire di leggere finalmente tutti i classici; Goethe, Schiller, Shakespeare…”

Angelika Mandler-Saul | WiederUnterwegs

24. “Mantieni la calma – non puoi farci nulla. Assicurati di avere con te buona musica, le cuffie e un Kindle per occupare il tempo.” 

Hubert Mayer | Travellerblog

25. “Viaggiando può capitare di imbattersi in scioperi o ritardi dei mezzi di trasporto. Il mio consiglio? Prenderla con filosofia e trovare dei buoni passatempi per riempire i buchi.”

Claudia | Travel Stories

26. “Occupo il tempo osservando sempre i miei compagni di viaggio, in queste situazioni si può vedere la loro reale natura. Ho condiviso mele e cibo con alcuni di loro e visto altri allontanare bambini o persone anziane per ottenere l’ultimo sedile disponibile.”

Caroline Lohrmann | Shave the Whales

27. “Un quaderno e una penna sono i miei compagni di viaggio preferiti. La batteria non si scarica mai. Inoltre le storie che si possono scrivere sulle esperienze e le reazioni delle persone possono essere molto creative.”

Ryan C Haynes | Honest Omissions

28. “Impara ad essere paziente. Quando un paese è in sciopero, c’è poco da fare. Cerca di mantenere un atteggiamento positivo e vedere i vantaggi da cui si può trarre beneficio in questa situazione.”

Dani | Globetrotter Girls

29. “Porta sempre con te un caricatore. Io ne ho uno per poter caricare sia il mio smartphone che il tablet, così non rimango mai senza batteria. Comodissimo durante i ritardi, quando viaggio non ne faccio mai a meno.”

Clare | Need Another Holiday

30. “Beth ti direbbe di viaggiare sempre con un film scaricato sul tuo computer. Io invece, ti consiglio di portare con te una bottiglietta di rum nascosta nel tuo zaino.” 

Beth & Gaz | Enjoy the Journey

31. “I tempi d’attesa danno la possibilità di conoscere nuove persone. Parla con i tuoi compagni di sventure mentre sorseggiate una birra.”

Friedrich Richter | Weekend 2 Go

Ascoltare gli avvisi delle compagnie di trasporti

32. “Molti operatori richiedono di fornire il proprio numero di telefono prima del viaggio così possono mandare dei messaggi e avvisare i passeggeri in caso di ritardi. Questo ti aiuterà a rivedere i tuoi piani.”

ADAC Postbus | Germania

33. “Se siete già a bordo, il personale della compagnia ti aiuterà e ti informerà sulla situazione il prima possibile.”

HKX | Germania

34. “I passeggeri devono assicurarsi di fornire il proprio numero e l’indirizzo email durante la prenotazione del viaggio. In caso di ritardi, cancellazioni o altre irregolarità i passeggeri vengono avvisati con un messaggio.”

Brussels Airlines | Belgio

35. “NTV ha messo al centro del suo progetto sin dalla nascita l’attenzione al viaggiatore e ai suoi diritti. La nostra consueta policy assicura l’indennizzo del ritardo o del disagio subito in automatico e molto spesso offriamo più di quanto stabiliscano le normative, attraverso voucher aggiuntivi. NTV ha inoltre recepito in anticipo e subito applicato la decisione della Corte di Giustizia Europea che prevede il diritto dei viaggiatori ad essere indennizzati anche nel caso in cui il ritardo sia determinato da cause di forza maggiore”

NTV ItaloTreno| Italia

36. “Potete trovare tutte le informazioni su eventuali contrattempi sul sito web della compagnia di trasporti. Per avere aggiornamenti in tempo reale si possono seguire gli account Twitter.”

STIB-MIVB | Bruxelles

37. “Se il vostro viaggio è influenzato in qualche modo e decidete di cercare un mezzo di trasporto alternativo, non vi disperate se tutti i servizi al momento sembrano al completo. Spesso le compagnie cercano di mettere a disposizione dei passeggeri dei servizi extra e pubblicano la loro disponibilità sul sito web il prima possibile. Potete anche scaricare delle applicazioni per rimanere sempre aggiornati.”

FlixBus | Germany

38. “Seguite le compagnie di trasporti sui social media, o consultate i siti web per trovare le informazioni più aggiornate.”

HKX | Germany

39. “Non dimenticate di verificare le previsioni del tempo, quando tornate potrebbero essere diverse da quando siete partiti. Se lasciate l’auto nel parcheggio dell’aeroporto è una buona idea portare con se un kit per sbrinare i vetri nel vostro bagaglio.”

Gatwick Airport | UK

40. “Controllate online gli aggiornamenti o chiamate il servizio clienti prima di partire. Molte compagnie mettono a disposizione delle applicazioni con le ultime notizie e c’è sempre la possibilità di controllare il tabellone delle partenze in stazione.”

SNCF | Francia

41. “La tutela dei diritti e della qualità dei servizi del trasporto aereo sono, con l’attività di regolazione e controllo per la sicurezza, assi portanti del mandato istituzionale dell’Enac.
Numerose sono le iniziative in questo senso – di indirizzo, sostegno e divulgazione – che l’Ente ha intrapreso con l’obiettivo di avvicinarsi sempre più ai passeggeri e contribuire a migliorare sia i livelli di qualità del sistema che quelli di conoscenza e informazione sul mondo dell’aviazione civile.L’ENAC, inoltre, dal 2004 ha attivato il Numero verde 800898121, un filo diretto con i viaggiatori che desiderano ricevere informazioni, oltre che sulle tematiche relative ai propri diritti, anche sulle compagnie aeree nazionali ed estere operanti in Italia, sulla Black List dell’Unione Europea e sul sistema dei controlli per la sicurezza del trasporto aereo. “

ENAC | Italia

Rimborsi

42. “Volo in ritardo, cancellato o in overbooking e quindi posticipato di almeno tre ore? Magari tutti non sanno che ha diritto a un rimborso fino a 600 euro. Qualche anno fa ho scoperto direttamente al check in che il mio volo per Lima era in overbooking ed ho dovuto aspettare quasi quattro ore per prendere il successivo. Ebbene la compagnia KLM mi ha fornito una carta di credito utilizzabile entro un anno con 600 euro incluse!”

Manuel | I Viaggi di Manuel

43. “Cerco sempre di fare in modo di ricevere il rimborso. L’applicazione Your Passenger Rights contiene tutti i diritti dei passeggeri. ”

Marianna Hillmer-Wiechmann | Weltenbummler Mag

44. “Fa in modo di registrare tutti gli eventi, le date, i tempi, i luoghi e le persone con cui hai parlato durante la tua esperienza. Puoi inviare un reclamo ufficiale in seguito e chiedere di ottenere un rimborso per qualsiasi inconveniente. Ma avrai bisogno di fornire testimonianze e informazioni dettagliate per avere una maggiore probabilità di ottenere il rimborso.”

Auston Matta | Two Bad Tourists

45. “La cosa importante è essere informati sui diritti dei passeggeri, perché quando avvengono cancellazioni e ritardi si creano situazioni confuse e di disinformazione cui spesso le compagnie di trasporti approfittano per eludere le proprie responsabilità. Fate una piccola ricerca per conoscere a fondo i vostri diritti quando viaggiate. 

Victor | El mundo a tus pies

46. “Utilizzo l’applicazione gratuita Your Passenger Rights. Rilasciata dalla Commissione Europea, permette ai passeggeri di informarsi facilmente sui propri diritti se qualcosa va male durante il viaggio, senza prendere in considerazione il mezzo di trasporto utilizzato o se il viaggio si svolge interamente in un solo paese europeo o attraversa diversi stati o oltrepassa i confini europei. Tutto quello che avete bisogno di sapere nelle vostre mani-o meglio dita.”

DJ Yabis | Dream Euro Trip

Pianificare il prossimo viaggio

47. “Prenota velocemente un viaggio di ritorno per il giorno dopo la fine dello sciopero o il motivo del/della ritardo/cancellazione sarà superato secondo le tue previsioni. Le compagnie aeree e quelle di trasporti non li cancellano”

Gary Bembridge | Tips For Travellers

48. “Se devi fare una scelta, prendi in considerazione di viaggiare in bicicletta. Alcuni dei bellissimi posti che ho visitato li devo agli scioperi.”

Marco Buch | Life is a Trip

49. “Viaggia dove vuoi, per qualsiasi motivo. Ti avvicina alla tua destinazione finale.”

Janett Schindler | Teilzeitreisender

50. “Per i coraggiosi, fare l’autostop è un ottimo modo per conoscere un paese e la sua gente.”

Miriam Zöllich | Bayern-Reiseblog

Diritti dei passeggeri

Se volete avere maggiori informazioni sui vostri diritti come passeggeri di autobus, aerei e treni, potete consultare la nostra guida.

L’immagine che illustra il post è di Aleksander Markin, da Flickr.