È arrivata l’estate e con questa la voglia di passare lunghe giornate al sole e all’aria aperta! Se ultimamente il vostro pensiero ricade sempre sul fare le valigie e partire alla ricerca di spazi verdi, noi possiamo aiutarvi in questa missione. Scoprite dove poter passare lunghe giornate immersi nel verde anche rimanendo in Europa: a voi la selezione dei migliori 10 parchi!

Villa Borghese – Roma

Villa Borghese - Roma

Villa Borghese – Roma

80 ettari e 9 entrate: nonostante sia collocata solamente al terzo posto per estensione, Villa Borghese è uno dei più bei parchi che Roma e l’Italia ospitano. Costruito intorno al 1580, questo bellissimo giardino è sempre stato di proprietà della famiglia Borghese, solo in seguito, quando la residenza passò nelle mani di Scipione Caffarelli Borghese, venne avviata la costruzione della magnifica villa che ancora oggi possiamo ammirare e visitare. La magia di questo posto sta nel perfetto equilibrio tra arte e natura, nonostante i repentini e frequenti cambiamenti, l’originaria bellezza rimane invariata: un’isola verde e tranquilla dove isolarsi dal mondo, direttamente nel cuore della capitale d’Italia.

Richmond Park – Londra

Richmond Park - Londra

Richmond Park – Londra

Non tutti i parchi possono godere della fortuna di ospitare dei cervi.. quello di Richmond si! Questo parco reale creato nel 1634, si trova in prossimità dei sobborghi di Richmond upon Thames, Kingston upon Thames, Wimbledon, Roehampton ed East Sheen. Con i suoi 9,55 km² è il parco londinese più esteso tra quelli reali, nonchè il più esteso tra quelli recintati in Europa. Famoso per ospitare moltissima fauna e per essere considerato una vera e propria Riserva Naturale, questo spazio verde racchiude in sè tantissimi esemplari di cervi e daini, oltre agli ormai numerosissimi scoiattoli, conigli e coleotteri.

Englischer Garten – Monaco

Englischer Garten – Monaco

Englischer Garten – Monaco

Progettato su commissione del principe Karl Theodor nel 1789, questo parco fu completato solo dopo 3 anni: ne è chiaramente valsa la pena essendo considerato oggi uno dei più estesi al mondo. 373 ettari di splendore: gli ampissimi spazi verdi, alternati ai ruscelli e ai laghetti lo coronano da anni il parco più amato e frequentato dai bavaresi. Una particolarità? È stato uno dei primi parchi ad essere aperto a tutti i cittadini, non solo ai reali.

Sint-Donatuspark – Leuven

Sint-Donatuspark – Leuven

Sint-Donatuspark – Leuven

La prima tappa da fare non appena arrivati a Leuven, è di certo visitare il famoso e centrale parco cittadino di San Donato. Costruito tra il 1869 e il 1875, è stato rinnovato e ampliato pochissimi anni fa.  Nonostante sia collocato esattamente al centro della città, e quindi nel bel mezzo del traffico e dello smog, il parco è estremamente protetto e curato. Nonostante sia molto frequentato a qualsiasi ora del giorno, rimane il luogo ideale in città dove poter spendere un pomeriggio o dove potersi abbadonare a lunghe o brevi passeggiate.

Vondelpark – Amsterdam

Vondelpark – Amsterdam

Vondelpark – Amsterdam

Il Vondelpark di Amsterdam è un classico parco all’inglese esteso per circa 48 ettari di terreno. Creato intorno al 1864, questo giardino è nominato il “Bois de Boulogne” di Amsterdam ed è famoso non solamente per le lunghe passeggiate che si possono effettuare all’interno, ma anche per le lunghe sessioni di jogging o per i ricchi banchetti similari ai pic-nic, oltre che ad essere una famosa e perfetta location  per concerti open air e altre manifestazioni: i tornei di golf e rappresentazioni di opere teatrali sono le benvenute.

Parque de María Luisa – Siviglia

Parque de María Luisa – Siviglia

Parque de María Luisa – Siviglia

Usato per essere una parte dei giardini privati ​​del palazzo di San Telmo e donati nel 1893 da parte di Maria Luisa, Duchessa di Montpensier, questo parco aprì al pubblico nel 1914 e ad oggi è conosciuto come il giardino pubblico di Siviglia più amato e conosciuto. Il suo grande succeso arriva dopo aver ospitato la grandiosa fiera dell’ Expo nel1929: per questa occasione furono costruite da Anibal Gonzalez i vari edifici espositivi, la Plaza de España e la Plaza de América, oltre alle altre principali costruzioni attrattive. I giardini furono invece progettati dall’ingegnere francese Jean-Claude Nicolas Forestier: ispirato dagli spazi verdi del Generalife, dell’Alhambra e dell’Alcázar di Siviglia, donò a quelli di Parque de Maria Luisa un tocco decisamente più romantico.

Le parc du château de Versailles – Versailles

Versailles

Dalla finestra centrale della Sala degli Specchi si intravede, sotto l’occhio di tutti i visitatori, lo spettacolare parco di Versailles. Situati nella parte ovest del palazzo, il verde si estende per una superficie di  circa 800 ettari di terreno, gran parte ricoperto da graziosissimi e particolari giardini detti “alla francese”. Dietro una cintura di piante, questi ultimi sono circondati da alcune delle aree urbane della città di Versailles e da quelle di Le Chesnay. Dare un’occhiata all’arboreto di Chèvreloup, alle pianure e alla fortesta Satory sono delle tappe assolutamente obbligatorie.

Schönbrunn – Austria

Schönbrunn - Austria

Schönbrunn – Austria

Il parco antistante al famosissimo castello di Schönbrunn in Austria, è stato progettato nel 1695 dall’ architetto Jean-Nicolas Jadot, fu in seguito finalizzato nel 1699. Il palazzo e il giardino sono da sempre stati inscindibili l’uno dall’altro, quest’ultimo si presenta in stile barocco. Le aiuole con i fiori coloratissimi posizionati nella zona del Parterre, rendono ancora più particolare questa immensa distesa di verde, queste piccole chiazze colorate diventano così il vero punto focale in tutto il contesto.

Parque da Cidade – Porto

Parque da Cidade - Porto

Parque da Cidade – Porto

Il Parque da Cidade di Porto è di certo il parco urbano più bello e grande di tutto il Portogallo, dati gli 8,5 km di passeggiate che si possono effettuare al suo interno. Progettato dall’architetto Sidónio Pardal e aperto ufficialmente al pubblico onel 1993, questo spazio verde ha la particolarità di essere vicinissimo al mare. All’interno possiamo trovarvi tantissimi piccoli corsi d’acqua quali laghetti o piccole cascate, oltre a poter dare da mangiare ai tanti animaletti che in pochissimo secondi vi ritroverete intorno ai vostri piedi. L’ ottima vista della città dall’interno del parco, lo coronano posto ideale per passare le intere giornate a fare sport o a consumare deliziosi pic-nic, sia con gli amici che con la famiglia.

Maksimir Park – Zagabria

Maksimir Park - Zagabria

Maksimir Park – Zagabria

Uno dei primi parchi cittadini d’Europa, il Maksimir di Zagabria, è anche il più grande della città, realizzato seguendo un progetto architettonico ben preciso. In questa zona verde possiamo vedere una vera e propria combinazione di giardino “all’inglese” e di “piccolo bosco”, chilometri di estensione dove poter fare lunghe camminate nonostante la cittadina sia molto piccola e i cittadini con un senso delle distanze molto poco sviluppato. Una curiosità:  nel 1892, la realizzazione della prima linea tranviaria trainata da cavalli, prese prooprio il nome di questo parco.