Benvenuti a Bruxelles!

Probabilmente cercavate “Cosa vedere a Bruxelles” oppure “Cosa visitare a Bruxelles in 2 giorni scarsi col mio passerotto spiumato”. Beh, siete nel posto giusto, perché posso darvi qualche consiglio da turista semi-preparato e ipercritico.

Io non ci vivrei a Bruxelles, è troppo tranquilla, non ci sono mai cartacce per strada, se urti qualcuno ti sfoggia un sorriso educato e chiede scusa anche se è colpa tua che facevi le foto all’insegna liberty di una brasserie, la gente parla a voce non troppo alta persino quando ha fatto il pieno di birre trappiste, insomma una noia mortale!

Ma se si tratta di una vacanza ci sono tanti posti da vedere e in cui divertirsi!

Come raggiungere Bruxelles con GoEuro

Bruxelles da vedere Bruxelles da bere Bruxelles da mangiare

 

Bruxelles da vedere

Prima di tutto vi consiglio di fare una passeggiata nel centro storico. Il centro storico si può suddividere in tre aree principali:

  • la zona de la Grand Place;
  • i quartieri di Ste Catherine, St Gèry e il Boulevard Anspacht;
  • i quartieri di Marolles e Sablon;
  • oltre al centro storico da visitare è anche il quartiere di Saint Gilles.

Qui si concentrano la maggior parte delle attrazioni turistiche di Bruxelles.

Goeuro: Cosa-vedere-a-Bruxelles-Grand-place

La Grand Place con la neogotica Maison du Roi sullo sfondo

La Grand Place, il palcoscenico cittadino più importante che accoglie eventi, manifestazioni culturali e concerti, è uno dei must di Bruxelles. Costruita nel XII secolo e un tempo sede del mercato cittadino, su di essa si affacciano ancora il vecchio Municipio, gli edifici delle vecchie corporazioni e la Maison du Roi.

Goeuro: Cosa-vedere-a-Bruxelles-mannequin-pis

Manneken Pis in azione

Per una scoperta, come dire, diuretica, proseguite a nord o a sud a seconda che vogliate vedere la Jeanneke Pis o il Manneken Pis. Si trovano rispettivamente su Impasse de la Fidélité 10-12 e all’angolo tra Rue de l’Etuve e Rue du Chêne. Il ragazzetto di bronzo è una delle statue più fotografate di Bruxelles.

Goeuro: Cosa-vedere-a-Bruxelles-monts-des-art

Vista notturna di Bruxelles

Proseguendo il giro tra le viuzze medievali intorno a la Grand Place, spesso vi troverete davanti i tanti murales ispirati a Tin Tin, Lucky Luke, i Puffi, Asterix e Corto Maltese che regalano un tocco di ironia e umorismo alla città. Dirigetevi verso Mont des art, lì potrete godere di una delle viste più belle sulla città, da un angolatura insolita…

Goeuro: Cosa-vedere-a-Bruxelles-old-england

L’Old England, il vecchio grande magazzino di Bruxelles costruito nel 1899

Scendete le scale di Mont des art e visitate il Museo degli strumenti musicali. Anche se avete difficoltà persino a suonare il campanello della bici senza ricevere sguardi indignati dai piccioni, questo museo vale veramente la pena. Non solo per lo stupendo edificio di vetro e metallo che lo ospita, il vecchio centro commerciale “Old England“, ma soprattutto per la stupenda vista dall’ultimo piano del palazzo. Qui c’è un bar con ristorante ma vi faranno sbirciare e fare foto anche se non consumate nulla.

Goeuro: Cosa-vedere-a-Bruxelles-bilblioteca-reale

Vista panoramica da Mont des Arts

 

Visto che vi trovate nelle vicinanze e probabilmente è ora di pranzo, fate una capatina alla Biblioteca Reale. All’ultimo piano potrete bere e mangiare quello che volete, la qualità è mediocre ma i prezzi sono da mensa del lavoro. Il piatto forte è, forse, la vista più bella sulla città!

Uno dei tanti edifici Art Nouveau del quartiere Saint Gilles

Eccoci nel quartiere Saint Gilles, la zona con la più alta concentrazione di architetture Art Nouveau. Si può passeggiare per il quartiere seguendo le mappe disponibili per 50 centesimi nei tourist information che segnalano le più belle. Da non perdere la casa Museo di Victor Horta.

Goeuro: Cosa-vedere-a-Bruxelles-Victor-Horta-Casa-Museo

Foto di Steve Cadman da Flickr con licenza CC 2.0

Victor Horta è uno dei massimi esponenti del Liberty (Art Nouveau) belga la sua casa ne è un esempio meraviglioso… Purtroppo non si possono fare foto all’interno. Merita anche solo da fuori.

 

Bruxelles da bere

Goeuro: Cosa-vedere-a-Bruxelles-Birre

Secondo gli ultimi dati dell’ufficio del Turismo delle Fiandre, in Belgio ci sono 1.153 marchi di birra registrati e si produce l’1% della produzione mondiale del nettare ambrato degli dei. Questo vi dà un’idea di quanto i belgi siano appassionati di birra. Ma vi dà solo una porzione della realtà, infatti sono tantissime le produzioni artigianali di piccole dimensioni e non registrate.

Ogni esperto viaggiatore evita i locali vicino alle grandi attrazioni… beh questo è l’eccezione! Il Poechenellekelder è il pub accanto al Manneken Pis ed ha centinaia di buonissime birre…camerieri molto preparati (ci vogliono anni e anni di “degustazione”) e, talvolta, sono pure belli ruvidi come solo i camerieri belgi sanno essere…insieme alle birre, ognuna col suo bicchiere dedicato, non mancate di assaggiare uno dei formaggi d’abbazia!

Il Moeder Lambic Pub è un’altra mecca per gli appassionati del malto. Centinaia di birre belghe e non solo! Ne esistono due: uno al centro a due passi da la Grand Place e l’altro a Saint Gilles.

La Brasserie Cantillon è un birrificio nei pressi della Gare Du Midì… si varca la porta e si entra in un mondo di vapore, alcool e luppolo fuori dal tempo…la birra qui si fa come si fa da millenni!

 

Bruxelles da mangiare

Goeuro: Cosa-vedere-a-Bruxelles-moules-frites

Per fortuna ci sono delle sicurezze nella vita. Per esempio, potete essere sicuri che, visitando Bruxelles, ottima birra e cioccolata non mancheranno mai! E ripeto MAI!!
Ma non si vive di sola cioccolata e birra, come continuo a ripetere alla mia ragazza. Infatti in Belgio troverete anche delle patatine fritte eccezionali spesso accompagnate da un pentolone di cozze o viceversa. Avviso per i vegetariani: le patatine sono cotte nel grasso animale. La ricetta originale prevede una mistura di grasso bovino ed equino, ora la maggior parte delle friggitorie usano grasso bovino e vegetale.

Tra i posti dove mangiare Moules e Frites, “Le Zinneke” è uno di quelli che preferisco. Atmosfera informale e accogliente, ottime cozze grasse e succulente e, se è una bella giornata, conquistate un tavolo nel cortile. Avrete vita difficile quando dovrete scegliere tra i 70 tipi di salse da abbinare alle cozze. Buona fortuna e buon appetito!

La Piazza del cioccolato. Se vi piace il cioccolato non potete non fare un salto alla piazza chiamata Sablon (Place du Grand Sablon). Qui, infatti, hanno sede le migliori cioccolaterie del Belgio e non solo…tra vetrine da sogno e gusti fantasmagorici c’è da diventare matti. In particolare, segnalo Passion Chocolat di proprietà dell’italiano Massimo Ori. Probabilmente la migliore cioccolateria del Belgio, l’unica a non avere i frigoriferi…quindi il cioccolato non è fresco…è freschissimo!