Napoli, un tempo Parthenope, dal nome della sirena sepolta, secondo la leggenda, nel luogo in cui venne fondata, è una città unica al mondo.
Le cose da vedere a Napoli sono talmente tante che scegliere è veramente difficile.

La città è viva, accogliente e disarmante. È un luogo in cui bellezza e degrado, fede e superstizione, storia e modernità convivono e si mostrano in un vero e proprio teatro della vita in cui voci, colori, odori e scorci unici si mescolano secondo regole che valgono solo qui.

Per non farvi trovare impreparati, vi consigliamo 10 cose da vedere a Napoli che non possono proprio mancare nei vostri itinerari di viaggio verso la città partenopea.

Come arrivare a Napoli con GoEuro:

1. Spaccanapoli: il cuore della città

GoEuro: cose da vedere napoli_spaccanapoli

Spaccanapoli: il cuore pulsante della napoletanità

Per avere un assaggio della vita quotidiana della città, venite a passeggiare su questa strada.

Se guardata dal quartiere Vomero, dall’alto del museo di San Martino, si può capire il perché di questo nome: la strada taglia in due il centro storico di Napoli, segnando una linea retta che va dai Quartieri Spagnoli al quartiere Forcella.
Vista dall’alto, vi colpirà la combinazione di colori che caratterizza il centro storico e fa di Napoli una delle città più colorate d’Europa.

Spaccanapoli racchiude tutta l’essenza di Napoli: gli splendidi monumenti che ne narrano la storia, le botteghe degli artigiani, i pescivendoli che urlano e il caos di persone e motorini che sfrecciano incuranti del codice stradale.

Se si vuole vedere la vera Napoli, non può mancare una passeggiata lungo Spaccanapoli ma tenete gli occhi ben aperti!

Lungo la via, potete fare una sosta e ammirare il Monastero di Santa Chiara che, insieme alla chiesa ad esso annessa, è il più grande complesso gotico della città.
Imperdibile è la visita al chiostro delle Clarisse che, con le pareti affrescate e i caratteristici muretti decorati da maioliche, è una delle parti più belle del complesso.

Vi è venuta fame a forza di camminare?

Ci sono diversi locali e friggitorie in cui potete spezzare la fame con una gustosa fritturina.
Noi vi consigliamo la Pizzeria Giuliano, in Calata Trinità Maggiore 31, proprio nei pressi del chiostro. Qui dovete provare gli arancini di riso bianchi: buonissimi!
Non occorre sedervi al tavolo per ordinarli, potete prenderli all’ingresso e consumarli come un sostanzioso spuntino.

2. Il Maschio Angioino

GoEuro: cose da vedere napoli_angioino

Il Maschio Angioino è l’imponente simbolo del potere regale dei d’Angiò

Il Castel Nuovo, conosciuto con il nome di Maschio Angioino per distinguerlo dal Castello di Capuana e dal Castello dell’Ovo, è stato costruito durante il regno degli Angioini e domina tutta la visuale della baia.

Il castello è un’imponente fortezza con cinque torri, ad ognuna delle quali è assegnato un nome.
Tra le cose da vedere e di particolare bellezza è l’Arco Trionfale che collega la Torre di Mezzo e la Torre di Guardia, realizzato in marmo con ricche decorazioni, rilievi e sculture.
All’interno del castello sono ospitate la splendida Sala dei Baroni, in cui si svolgono le riunioni del Consiglio Comunale, e il Museo Civico di Napoli.

Da qui potete muovervi verso la famosa Piazza del Plebiscito e, per strada, fermarvi a vedere la maestosa Galleria Umberto I.
Si tratta di una galleria commerciale costruita tra il 1887 e il 1890, con quattro diversi ingressi e all’interno due strade che si incrociano ortogonalmente coperte da una vetrata e dalla Cupola e delimitate da quattro edifici.
È un capolavoro di sontuosità in stile liberty che non potete assolutamente perdervi!

3. Piazza del Plebiscito, Teatro San Carlo e Palazzo Reale

GoEuro: cose da vedere napoli_plebiscito

Una delle piazze più belle al mondo, luogo di concerti e manifestazioni indimenticabili

Piazza del Plebiscito è un luogo simbolo di Napoli. Deve il suo nome al plebiscito popolare con cui Napoli ratificò l’annessione al Regno di Savoia nel 1860.
Un tempo luogo di cerimonie militari, oggi è il palcoscenico su cui si tengono importanti eventi e manifestazioni artistiche.

La piazza è delimitata da monumenti architettonici di grande bellezza, tra questi: il colonnato in stile neoclassico della chiesa di San Francesco di Paola e il Palazzo Reale.
Quest’ultimo è stato costruito all’inizio del 1600 in tempo record per ospitare il re Filippo III che doveva andare in visita a Napoli. All’ultimo momento il re, però, cambiò idea senza avvisare e rimandò la visita.

Una volta che si è lì in Piazza del Plebiscito, non si può non fare un salto ad ammirare il Teatro San Carlo, uno dei più famosi e prestigiosi teatri al mondo.
Come scriveva Stendhal “Non c’è nulla in tutta Europa, che non dico si avvicini a questo teatro, ma ne dia la pallida idea. Gli occhi sono abbagliati, l’anima rapita”, e visitandolo, condividerete di certo le parole dello scrittore francese.
Il più antico teatro d’opera in Europa ancora attivo è, infatti, un trionfo di oro dall’acustica perfetta.

4. Tour delle stazioni della metropolitana

GoEuro: cose da vedere napoli_toledo

L’avveniristica opera d’arte nella stazione metro Toledo fotografata da Giancarlo

Per spostarvi da un quartiere all’altro probabilmente userete la rete metropolitana ma, a Napoli, vi consigliamo di prendervi del tempo fra un treno e l’altro, guardarvi intorno e ammirare le opere di arte contemporanea che l’amministrazione di Napoli ha deciso di esporre nelle stazioni metro della città.
Opere così interessanti e affascinanti che, nel 2012, la stazione metro Toledo si è aggiudicata il titolo di stazione metro più bella d’Europa secondo il quotidiano The Daily Telegraph.

Tra una fermata e l’altra, se capitate nei pressi della stazione Garibaldi, dove si trova anche la stazione ferroviaria di Napoli Centrale in cui arrivano i treni Frecciarossa provenienti dalle principali città italiane, fate un piccola sosta e fermatevi in Piazza Garibaldi a prendere un caffè al Bar Mexico. Fidatevi, ci ringrazierete! È qui che si trova il tipico caffè napoletano con la C maiuscola.

Il caffè vi verrà servito in tazza bollente, già zuccherato, secondo il rito del caffè a cui i napoletani non possono rinunciare.

Proprio lì vicino, camminando per un centinaio di metri, trovate Attanasio, il tempio delle sfogliatelle, uno dei dolci tipici della tradizione napoletana. Prendete sia la frolla che la riccia: sono entrambe una goduria!

5. Il Museo Archeologico Nazionale

GoEuro: cose da vedere napoli_archeologico

Reperti unici e preziosissimi nel museo archeologico. Foto di Ho visto nina volare

Gli amanti della storia e delle antichità sicuramente sapranno già che il Museo Archeologico di Napoli è uno dei musei più prestigiosi in Italia e ospita opere e reperti di valore inestimabile.
Qui infatti potrete ammirare reperti dell’epoca egizia, etrusca, greco-romana e i ritrovamenti degli scavi di Pompei, organizzati in 26 sezioni a tema.

E per chi non arrossisce, una visita va riservata anche alla sezione Gabinetto segreto in cui sono raccolti affreschi e sculture legate al tema dell’erotismo.

Dopo questo tuffo nella storia antica, vi consigliamo un’immersione nella cucina locale. Un elemento principe della cucina napoletana è il pesce e in particolare, mitili e molluschi.
Nei pressi del museo, fate una puntatina al ristorante A Figlia d’o Luciano e provate dei classici della cucina napoletana come la zuppa di cozze, gli spaghetti alla pignata o il brodo di polpo.
Il posto è molto spartano perché la cosa a cui si fa più attenzione è la qualità della cucina!

6. Napoli sotterranea

GoEuro: cose da vedere napoli_sotterranea

Una città che viveva nel sottosuolo. Foto di A. Manfredonio

Se non soffrite di claustrofobia, un tour imperdibile è quello nella Napoli sotterranea.
Si tratta di un reticolo di tunnel e cisterne che si estende sotto la città ad una profondità che arriva fino a quaranta metri.

Per due ore sarete quindi nel ventre di Napoli e potrete ammirare gli scavi che furono ampliati dai romani per servire da acquedotti e poi riutilizzati durante la Seconda Guerra Mondiale come rifugi contro i bombardamenti.
Durante il tour vedrete ancora alcuni oggetti di vita quotidiana della gente lì rifugiatasi durante la guerra e poi la serra, il giardino, la cisterna e persino il teatro, insomma una vera e propria città nel sottosuolo.

GoEuro: cose da vedere napoli_pizza

‘a pizza, cu ‘a pummarola ‘ncoppa

Uno degli ingressi della città sotterranea si trova in via dei Tribunali, una via del centro storico piena di locali e pizzerie.
Se volete quindi raccogliere le energie prima di questo giro al buio o vi viene appetito dopo la visita nel sottosuolo, potete calmare la fame con il piatto più famoso di Napoli: la pizza.
Piatto conosciuto e rivisitato in tutto il mondo, la vera pizza è solo quella napoletana: sottile e con i bordi alti, tanto che a volte i napoletani farciscono anche quelli.

Qui avrete l’imbarazzo della scelta ma noi vi consigliamo le pizzerie Sorbillo o Di Matteo. Se scegliete Sorbillo, non stupitevi della coda davanti alla porta ancor prima che apra: la pizza è di una bontà unica e viene servita in pochi minuti, mentre da Di Matteo provate la pizza fritta, anche quella una specialità da non farsi mancare!

7. Visita a Castel dell’Ovo arrivando dal quartiere Mergellina

GoEuro: cose da vedere napoli_ovo

Godetevi la vista mozzafiato sul golfo dalle terrazze di Castel dell’Ovo

Uno dei motivi che rende Napoli una città unica è anche il legame che quest’ultima ha con il mare. Non può quindi mancare una passeggiata sul lungomare fino a Castel dell’Ovo.
Vi consigliamo infatti di arrivare al castello, partendo dal quartiere Mergellina e passeggiando sul lungomare. Come riferimento potete avere l’omonima stazione metro. Arrivare al mare da Mergellina ha tutto un altro sapore che arrivarci dalle vie del centro storico.
Passeggiando sul lungomare Caracciolo e attraverso la villa comunale, potrete godere di una vista meravigliosa sul Golfo di Napoli e, se la giornata è particolarmente serena, vedrete anche la silhouette dell’isola di Capri.

Alla fine di questa passeggiata ci sarà ad accogliervi Castel dell’Ovo. Costruito su un isolotto, è uno dei castelli più antichi di Napoli e prende il nome dalla leggenda che vuole che Virgilio abbia posto nei suoi sotterranei un uovo la cui rottura poteva causare una serie di sciagure per la città.
Dalle terrazze del Castello si gode una magnifica vista sull’intero golfo, mentre alle spalle si può ammirare l’intera città.

8. Il Museo di Capodimonte

GoEuro: cose da vedere napoli_capodimonte

Una delle sale del Museo di Capodimonte. Foto di Armando Mancini

Questo museo, voluto nel 1738 da Carlo di Borbone, è ospitato nella reggia settecentesca immersa nell’allora bosco di Capodimonte, oggi un enorme parco con un magnifico belvedere sulla città.

Il museo si estende su tre piani e contiene opere di prestigio internazionale: al primo piano è esposta la Collezione Farnese che Carlo di Borbone ricevette dalla madre, con opere di Tiziano, Botticelli, Raffaello e molti altri.
Al secondo piano, una raccolta di opere che vanno dal ‘200 al ‘700, tra queste si può ammirare la stupenda “Flagellazione di Cristo” di Caravaggio.
Al terzo infine sono esposti artisti attivi nell’800 e nell’età moderna e contemporanea con opere, fra gli altri, di Warhol, Jodice e Burri.

Gli amanti dell’arte pittorica troveranno qui pane per i loro denti.

9. Castel Sant’Elmo

GoEuro: cose da vedere napoli_castel elmo

Il castello medievale Sant’Elmo con una stupenda vista sulla città

Sull’alto della collina del quartiere Vomero, nel Largo San Martino, con uno splendido panorama su Spaccanapoli, si erge il Castel Sant’Elmo.

È un castello medievale costruito intorno al 1300 sul luogo della cappella dedicata a Sant’Erasmo.
Tra il XVII e il XVIII secolo il castello è stato usato come prigione ed è diventato un museo solo negli anni ottanta del novecento e ora ospita interessanti mostre d’arte temporanee.
Oltre alla vista privilegiata su Napoli, non perdetevi l’incantevole Piazza d’Armi, la Grotta dell’Eremita, le carceri in cui erano detenuti prigionieri illustri e la Torre del Castellano.

10. Campi Flegrei

GoEuro: cose da vedere napoli_flegrei

Il Tempio di Serapide, vicino Pozzuoli, è solo una delle tante bellezze dei Campi Flegrei

Se avete previsto un soggiorno lungo a Napoli, vi consigliamo un’escursione ai Campi Flegrei. Si tratta di un territorio dal paesaggio molto particolare perché plasmato dall’attività vulcanica.
Molte sono le sorgenti termali con antichi crateri oggi diventati piccoli laghi.

Il territorio comprende diversi comuni della provincia di Napoli, tra cui Posillipo e Pozzuoli e diversi luoghi di interesse sia artistico che naturalistico.

Alcuni esempi sono:

  • Il Parco Archeologico di Cuma con la grotta della Sibilla.
  • L’acropoli di Pozzuoli con i templi di Augusto, di Nettuno e le necropoli.
  • Le terme di Baia e la città sommersa che si può visitare a bordo di una barca.
  • L’Anfiteatro Flavio, il terzo più grande in Italia, con il percorso archeologico sotterraneo.
  • L’oasi WWF nel Cratere degli Astroni.

Avete l’imbarazzo della scelta. Non vi resta che fare il vostro itinerario e partire. Buon viaggio!

Volete visitare la città partenopea come dei veri napoletani o ricevere consigli su cosa vedere a Napoli da un napoletano doc? Unitevi alla community dei “Locals” di tutta Europa e condividete i vostri viaggi.  Riceverete consigli pratici e suggerimenti che solo uno del posto può dare. Che state aspettando?

GoEuro_cosa_vedere_napoli_The_Locals